Auguri papà: tra smartworking e DAD

Auguri Papà: tra smartworking e DAD
Auguri Papà: tra smartworking e DAD

Già, la festa del papà anche quest’anno è alle porte e si festeggia il 19 Marzo 2021. E’ una ricorrenza diffusa in parecchie aree del mondo e viene celebrata in onore della figura del padre. In questo particolarissimo anno, appena trascorso, anche la figura paterna ha dovuto subire importanti e radicali cambiamenti nei confronti dei propri figli e del proprio lavoro professionale.

Quest’anno però la sfida per i papà è diventata ancora più importante durante l’emergenza sanitaria: la mancanza di relazioni sociali con l’esterno alla famiglia, la drastica diminuzione di contatto tra colleghi e la complessità della DAD hanno generato una serie di numeri interessanti:

  • il 57% dei papà lavoratori hanno lavorato in smartworking per la prima volta durante la pandemia. Anche dopo la fine del lockdown il trend dei lavoratori in smart è rimasto più che presente nelle nostre vite lavorative, e si prospetta che non sia una moda destinata a scomparire ma una nuova modalità di lavoro con cui imparare a convivere, sia per chi la apprezza molto sia per chi ancora non lo ama. 
  • il 50% dei papà lavoratori hanno affiancato anche i figli nella didattica a distanza e tra questi 11% non hanno avuto supporto da altre figure della famiglia. Nelle nuove dinamiche, sulla totalità dei padri intervistati circa la metà si è occupato del supporto ai figli nella didattica a distanza. L’altra metà si è affidata per questo aspetto alla moglie o compagna o ad altre persone vicino al nucleo familiare, oppure non ha avuto bisogno di dare supporto alla DAD. Si capisce bene come il mix tra lavoro da casa e figli a casa sia uno stravolgimento notevole, certamente uno degli aspetti che hanno profondamente mutato gli equilibri domestici.
  • Il 71% dei papà lavoratori hanno notato un cambiamento nel rapporto con i figli e ben il 63% di questi lo hanno dichiarato positivo.

“La pausa pranzo con l’intera famiglia a tavola ogni giorno della settimana per me è stato un regalo bellissimo e inaspettato. Ho quattro figli dagli 8 ai 13 anni e mi sono lanciato, pranzo dopo pranzo, in discussioni sempre più interessanti, coinvolgendoli anche in tematiche  lavorative. Provocarli e spronarli a condividere le loro opinioni e osservare le loro personalità formarsi giorno dopo giorno attraverso il dibattito è tutt’oggi commovente nel mio ruolo di padre.” 

Allora che dire: “Auguri a tutti Papà”

Valerio Dian
Associazione Culturale Saonarattiva


Scrivi a info@saonara3punto0.it se desideri uno spazio pubblicitario sullo slideshow qui sopra.

VUOI RICEVERE LA NEWSLETTER
I agree to have my personal information transfered to MailChimp ( more information )
Unisciti a oltre 900 saonaresi che ricevono la nostra newsletter e scopri le nostre notizie prima di tutti ricevendo ogni sabato le nostre e-mail.
Odiamo lo spam. Il tuo indirizzo email non sarà venduto o condiviso con nessun altro.
Se ti è piaciuto l'articolo condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *