Asfalto speranzoso e acqua alta a Villatora

Asfalto speranzoso e acqua alta a Villatora

con Nessun commento

Nei giorni scorsi sono state asfaltate alcune strade del centro di Villatora. Certamente ne avevano bisogno, ma mi è anche tornato in mente un vecchio detto. Quando ho cominciato ad occuparmi, da studente universitario, delle elezioni amministrazione comunali circolava una diceria: quando un Sindaco asfalta le strade vuol dire che si sta avvicinando il periodo delle elezioni. Pare che l’asfalto porti consenso a chi governa, e quindi voti.

Non so se questo valga ancora nel 2021, a distanza di qualche decennio. Può darsi che le asfaltature estive segnino l’inizio della lunga campagna elettorale che ci porterà alle elezioni del nuovo Sindaco nel 2022. Personalmente non ho mai creduto a questo effetto elettorale del bitume, e ritengo ancora che la gente sia un po’ più matura di quanto si pensi. Sistemare e asfaltare le strade dissestate è il minimo che una Amministrazione possa fare, e non credo che sia una grande titolo di merito o valga una medaglia d’oro, visto che siamo in periodo di olimpiadi.

Il punto però è un altro. Invece che asfaltare le strade di Villatora, il Sindaco avrebbe dovuto romperle per sistemare i sottoservizi, cioè la rete idrica e la rete fognaria che oramai sono vecchie e totalmente inadeguate. Quando arriva un temporale le strade di Villatora vanno sotto acqua e così anche molti garage delle abitazioni con gravissimi disagi e danni per molte famiglie. É un fatto che purtroppo accade ormai abbastanza regolarmente. Anche a Villatora abbiamo la nostra acqua alta e non si è fatto nulla in questi anni per affrontare il problema.

Asfalto e clima impazzito - Indagini sul clima
Indagini sul clima

Colpa del clima impazzito, dirà qualcuno, magari il Sindaco, per levarsi da ogni responsabilità. Ma le cose non stanno così. M.S., un villatorese doc che è nato e vissuto da sempre a Villatora, mi ha detto che le cosiddette bombe d’acqua ci sono sempre state fin da quando era bambino, ma non producevano nessun allagamento. Perché? Semplicemente perché l’acqua defluiva rapidamente attraverso la rete dei fossi e dei canali secondari. Ora questi fossi non ci sono più, sono stati interrati o eliminati per far posto all’edificazione sfrenata. Inoltre, Saonara è un Comune che ha una rete fognaria e delle acque bianche vecchia di sessanta anni, pensata per una realtà di 5.000 abitanti mentre abbiamo superato tranquillamente il doppio. Nonostante questa rete di servizi sotterranei sia diventata largamente insufficiente, il Sindaco continua a rilasciare licenze edilizie di grandi dimensioni che non fanno che aggravare il problema. Quindi non è certo colpa del clima se si verificano così spesso degli allagamenti ma delle scelte sbagliate degli amministratori pubblici. E la responsabilità dell’Amministrazione Stefan è ancora più grave perché il problema è adesso ben noto e ci sono anche le somme consistenti degli oneri di urbanizzazione!

Questo Sindaco ha per dieci anni colpevolmente ignorato il problema dell’acqua alta a Villatora, come molti altri peraltro, e urbanisticamente è stato un disastro. Non ci resta che sperare nel prossimo e nella sua coscienza urbanistica. Certo dipende anche da noi non farci prendere in giro dalle asfaltature speranzose della vecchia politica. Meditiamo gente, meditiamo.

  Saonara, 27.07.2021

Prof.  Mario Pomini


VUOI RICEVERE LA NEWSLETTER
I agree to have my personal information transfered to MailChimp ( more information )
Unisciti a oltre 900 saonaresi che ricevono la nostra newsletter e scopri le nostre notizie prima di tutti ricevendo ogni sabato le nostre e-mail.
Odiamo lo spam. Il tuo indirizzo email non sarà venduto o condiviso con nessun altro.
Se ti è piaciuto l'articolo condividi

Lascia una risposta